I segreti dei Guerrieri - Pastori del Supramonte

  • Durata: 2 giorni
  • Difficolt: Turistica
  • Min. partecipanti: 4 - 8

Partiremo con la nostra escursione alle 8 del mattino,  per arrivare nella zona del Supramonte di Urzulei verso le 12. Arrivati nella bellissima Sedda Ar Baccas, scenderemo verso la codula Orbisi per visitare Pischina Urthadala, antica fonte di approvvigionamento idrico della zona dove confluiscono le acque della codula. Dopo la facile risalita, ci sposteremo nel supramonte di Baunei dove troveremo ricovero in alcuni bellissimi cuili attrezzati, qui il nostro amico pastore cucinerà le sue pietanza prelibate e scalderà con il vino ogliastrino… Dormiremo nel cuile in comodi letti. Il giorno dopo, inizieremo la giornata con una bella colazione e ci dirigeremo verso il Supramonte di Dorgali, dalla valle di Oddoene, attraversando il Rio Flumineddu saliremo la scala E’ Surtana verso la valle di Lanaitho; in una  atmosfera e ambiente ancestrali, ammirando un panorama mozzafiato, percorreremo il sentiero verso uno degli ultimi avamposti della cultura nuragica, la dolina di Tiscali Essa si aprirà a noi dopo aver superato una spaccatura nella roccia. Qui visiteremo il sito accompagnati dalla guida e rientreremo con calma verso casa.  


Sino al 174 A. C. I sardi dell'interno continuarono a resistere impavidi agli attacchi degli invasori romani.. Fu così che il console Tiberio Sempronio Gracco mise in atto una dura repressione che portò all'uccisione e alla riduzione in schiavitù di circa 80.000 sardi iliensi e balari.  Gli Iliensi comunque non si piegarono mai del tutto e durante l'età imperiale si rifugiarono nei monti della  Barbaria. Tra queste rocce piena di grotte e canyon, i Guerrieri Pastori trovarono rifugio e crearono i loro villaggi nascosti e protetti dalla natura ancora incontaminata. Uno di questi fu la dolina di Tiscali, dove erano presenti oltre 60 capanne nuragiche e si presume vivessero almeno 200 persone.



©2016 SardiniaTouristGuide - P.Iva 03202870923