Alghero


Città sarda di forte influenza catalana, Alghero a lungo è stata soggetta alla colonizzazione spagnola che ha lasciato la sua impronta sull'architettura, nelle tradizioni cittadine, nella cucina tipica con la sua famosa aragosta alla catalana e sopratutto nella lingua locale, tanto che ancora oggi è molto forte il senso di appartenenza degli algheresi alla cultura della madrepatria. Il nome della città deriva probabilmente dall'abbondanza di foglie di Posidonia oceanica, chiamata alga, che in passato come oggi andavano a depositarsi lungo i litorali sabbiosi a seguito delle mareggiate.

Il centro storico è compreso all'interno dell'antico borgo fortificato e il turismo, insieme all'artigianato – soprattutto del corallo – è il motore principale dell'economia cittadina. L'architettura della città, fortemente connotata nel suo stile catalano, la rende una meta di sicuro interesse per il visitatore che ricerca un senso di raffinatezza e dettagli nelle costruzioni. Il centro storico, protetto da possenti mura costruite dai Doria nel XII secolo, e potenziate dagli spagnoli nel secolo XIV, si conserva infatti intatto, con le possenti torri e bastioni e le caratteristiche casette fatte in tufo, basse e strette, rivolte verso il mare; il Portal de la Mar (la porta del mare) è uno degli ingressi storici della cinta muraria.



©2016 SardiniaTouristGuide - P.Iva 03202870923